Informazioni Utili Caritas

Dal sito ‘Prendersi Cura di Caritas ambrosiana’ si possono leggere tutte le misure istituzionali di sostegno e le altre tutt’ora vigenti, divisi per ‘famiglia’, ‘casa’, ‘reddito’ e ‘lavoro’

https://prendersicura.caritasambrosiana.it/misure-istituzionali-di-sostegno

Per visualizzare le misure di sostegno specifiche per argomento, cliccare sulla freccetta corrispondente e si potrà vedere e selezionare gli ultimi aggiornamenti disponibili (per argomento) e da qui si può scaricare il PDF relativo. Esempio per l’argomento ‘Famiglia’:

 

Opera San Francesco per i poveri (OSF) si occupano di chi è fragile, indigente ed ha difficoltà ad accedere al Servizio Sanitario Nazionale, garantendo loro le cure di medici e volontari. Sia le visite che gli esami clinici, oltre che i farmaci distribuiti sono gratuiti. Indirizzo: Viale Piave 2- Milano –

Tel. 02/20234300 Email: osf@operasanfranceco.it

Fondazione Fratelli di San Francesco, oltre ai servizi di mensa, docce, guardaroba etc..erogano prestazioni sanitarie a prezzo bassissimo. Indirizzo: Via Moscova 9 – Milano – 02/6254591

Email: info@fratellisanfrancesco.it

Casa Emergency, si occupano di medicina di base, hanno unità mobili che si spostano nelle varie parti della città di Milano. Il centro amministrativo è in Via Santa Croce 19 – Milano Tel. 02/881881. Emergency autobus mobile tel. 345 8327338, Email: info@emergency.it

Il poliambulatorio di viale Jenner a Milano gestito da farsi prossimo salute. Si deve inviare una richiesta tramite SILOE.

Dove andare a Monza per: essere accolti, mangiare, dormire, lavarsi, vestirsi, curarsi, assistenza legale.

DoveAndAMonza

Servizi offerti: servizi per l’impiego amministrativi e certificativi (certificazione dello stato di disoccupazione, patto di servizio personalizzato etc.) e servizi di politica attiva del lavoro, quali ad esempio le attività di orientamento ed accompagnamento al lavoro, tirocini….

https://www.comune.brugherio.mb.it/aree/benessere-sociale/servizi-al-cittadino/Sportello-Lavoro/

E’ un servizio che risponde all’esigenza dei cittadini di conoscere le risorse ed i servizi sociali, socio-assistenziali e socio-sanitari del territorio, necessari per affrontare bisogni personali e famigliari….

https://www.comune.brugherio.mb.it/aree/benessere-sociale/uffici/Ufficio-Servizi-Sociali/

Competenze e servizi offerti: assistenza scolastica alunni con disabilità, assistenza per dote scuola, promozione del benessere formativo e piano per il diritto allo studio…

https://www.comune.brugherio.mb.it/aree/scuola-ed-educazione/uffici/Ufficio-Istruzione-e-Integrazione/

E’ un’associazione senza scopi di lucro che fornisce consulenza e assistenza legale a soggetti con disagio sociale in carico a specifici enti (es. Caritas) e da questi segnalati. Si occupa di famiglie e minori, violenza di genere, diritto civile ed amministrativo e diritto dell’immigrazione.

https://www.avvocatiperniente.it

Contatti telefonici, email sportelli anti-violenza CADOM (Centro Aiuto alle Donne Maltrattate) di Monza, Brugherio e altre città della zona.

AntiviolenzaDonne

Nuove modalità di calcolo ed erogazione del bonus sociale in vigore dal 1 Gennaio 2021.

Vedi link comune: https://www.comune.brugherio.mb.it/aree/benessere-sociale/servizi-al-cittadino/SGATE-Bonus-Energia-Elettrica-Gas-Naturale-Idrico/

Servizio offerto: assistenza per soggetti che si trovano in gravi condizioni di salute e che utilizzano apparecchiature elettromedicali per la loro sopravvivenza, nella presentazione della domanda di bonus.

Vedi link comune: https://www.comune.brugherio.mb.it/aree/benessere-sociale/servizi-al-cittadino/SGATE-Bonus-Energia-Elettrica-Gas-Naturale-Idrico/

Dallo scorso dicembre ‘21, negli spazi pubblici dell’ex oratorio di Maria Bambina, in via Fabio Filzi 4, apre lo sportello di Casa Digitale.

 Attivo tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:00 alle ore 14:00, Casa Digitale è un servizio di facilitazione digitale gratuito, messo a disposizione per aiutare tutti coloro che hanno difficoltà con la tecnologia.

 

Con Casa Digitale sarà possibile imparare ad utilizzare meglio smartphone, tablet o computer, ricevere supporto per l’identità digitale (SPID o CIE), per l’inoltro di pratiche o bandi pubblici online o ancora per l’accesso al Fascicolo Sanitario Elettronico.

 

Gli appuntamenti, della durata di un’ora, saranno gratuiti e consentiranno di essere faccia a faccia con un facilitatore digitale, per imparare ad essere autonomi dal punto di vista digitale.

 

Per questa fase di avvio del servizio le prenotazioni si ricevono telefonando al 351.55.88.636, numero accessibile anche via WhatsApp o Telegram.

 

Per maggiori dettagli, visita la pagina: https://www.comune.brugherio.mb.it/news-e-iniziative/dettaglio/Arriva-a-Brugherio-la-Casa-digitale-il-servizio-di-facilitazione-digitale-per-chi-si-trova-in-difficolta-con-le-nuove-tecnologie/

Sul territorio Brugherese sono attivi i seguenti sportelli per ricerca badanti

a) Sportello badanti del Comune in collaborazione con ‘Progetto integrazione cooperativa sociale:

 https://www.comune.brugherio.mb.it/export/sites/default/documenti/Settore_Servizi_alla_Persona/istruzione/volantino_badanti-brugherio-2021.pdf

b) Sportello Teleserenità (privato) ViaDaniele Manin, 50 – Brugherio 

Telefono: 039 2292401 – cell. 331 6286335
E-mail: brugherio@teleserenita.com

c) Sportello Progetto Assistenza (privato) Via Angelo Cazzaniga 3 – Brugherio

Cellulare: 351 5484164

E-mail: brugherio@progetto-assistenza.it

Il servizio di refezione scolastica è rivolto a tutti gli alunni, nonché agli adulti autorizzati che frequentano le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie statali cittadine.

Dalla pagina del comune è possibile visualizzare le tariffe per fascia ISEE, le modalità di pagamento, modalità di iscrizione al servizio etc.:

 https://www.comune.brugherio.mb.it/aree/scuola-ed-educazione/mensa/

 Di seguito invece, il link di ‘Cir Food’ che gestisce il servizio di refezione scolastica, è situato  presso i nuovi spazi pubblici di Maria Bambina, via F. Filzi 4, tel. 039.28.93.368, sportello aperto nei giorni:

Lunedì: 9.00 – 13.00
Mercoledì: 9.00 – 13.00 e 14.00 – 19.00
Giovedì: 9.00 -13.00

E-mail: cp.brugherio@cirfood.com

  https://scuole.cir-food.it/brugherio/it/benvenuto

L’ avviso pubblico per la presentazione delle Domande di servizio abitativo pubblico (S.A.P) è aperto dal 21 marzo al 29 aprile 2022.
 
Le informazioni di base per i richiedenti e l’Avviso sono reperibili sul nostro sito al seguente link:
 
Di seguito alcune informazioni utili:
1° AVVISO PUBBLICO 2022 per l’assegnazione delle unità abitative destinate ai servizi abitativi pubblici (S.A.P.) disponibili nell’ambito territoriale di MONZA – BRUGHERIO – VILLASANTA e di proprietà dei Comuni di Monza, Brugherio, Villasanta, Milano e di ALER CO – VA – MB – BA – u.o.g. Monza e Brianza
 
Da lunedì 21 marzo a venerdì 29 aprile 2022 è possibile presentare Domanda esclusivamente on-line per l’assegnazione delle unità abitative destinate ai servizi abitativi pubblici (S.A.P.) nell’Ambito territoriale dei Comuni di: Monza – Brugherio – Villasanta e di Aler.
 
Le unità abitative assegnabili sono 76, così suddivise:
 
1 nel Comune di Brugherio;
50 nel Comune di Monza;
6 nel Comune di Villasanta;
19 di proprietà Aler (Azienda Lombarda per l’Edilizia Residenziale) Monza e Brianza
Per chi non ha disponibilità di dotazioni informatiche può rivolgersi all’Ufficio Politiche Abitative del Comune di Brugherio, P.zza C. Battisti, 1, il giovedì dalle 9.30 alle 12.30, su appuntamento telefonando allo 039/2893.267-268.
 
Per chi presenta la Domanda coi propri dispositivi informatici, comunichiamo che, dopo essersi registrati utilizzando il seguente link:
 
propone l’elenco delle unità abitative disponibili, “adeguate” alle caratteristiche del proprio nucleo familiare.
 
Nella Domanda possono essere indicate fino ad un massimo di due unità abitative, anche appartenenti a diversi enti proprietari, adeguate alla composizione del nucleo familiare del richiedente. Dopo aver inserito la Domanda, il sistema attribuisce un protocollo elettronico con l’indicazione del punteggio conseguito, cioè l’«ISBAR» («Indicatore della situazione di bisogno abitativo regionale») definito da alcuni parametri (condizioni abitative, familiari ed economiche, durata del periodo di residenza nella regione e nel comune dove si trova l’alloggio da assegnare).
 
Per quanto attiene ai requisiti richiesti per poter inoltrare la Domanda, è necessario avere, alla data di presentazione della Domanda, la residenza in Lombardia, o svolgere un’attività lavorativa nel territorio della Regione. Il reddito «ISEE» («Indicatore della Situazione Economica Equivalente») non deve essere superiore a 16.000,00 euro e il patrimonio, immobiliare e mobiliare, deve essere compreso tra 22.000,00 euro (per i nuclei familiari composti da una sola persona) e 32.000,00 euro (per i nuclei familiari fino a sei persone). Tra gli altri requisiti: assenza di diritti di proprietà su beni immobili adeguati alle esigenze del nucleo familiare in Italia o all’estero; assenza di dichiarazione di decadenza dall’assegnazione di alloggi pubblici per morosità colpevole, in relazione al pagamento del canone di locazione o al rimborso delle spese; assenza di eventi di occupazione abusiva di alloggio; assenza di precedente assegnazione, in proprietà, di alloggio realizzato con contributo pubblico o finanziamento agevolato in qualunque forma, concesso dallo Stato, dalla Regione, dagli enti territoriali o da altri enti pubblici.
 
Si ricorda la necessità di munirsi di marca da bollo da € 16,00. Questa verrà annullata inserendo in Piattaforma i numeri e la data riportati su di essa.
 
Per maggiori informazioni, si rimanda alla lettura integrale dell’Avviso pubblico in allegato.
 
RACCOMANDAZIONI
 
– E’ meglio che i richiedenti si presentino sempre con ISEE e DSU per avere i dati di tutti i familiari a portata di mano.
 
– Fondamentali PIN o SPID e marca da bollo. 
 

DECRETO AIUTI

 

– Bonus sociale energia elettrica e gas

Viene esteso al terzo trimestre 2022 il bonus sociale energia elettrica e gas. Si tratta di uno sconto in bolletta che riceveranno in automatico gli aventi diritto. Il bonus è ora retroattivo:  si applica da inizio 2022 anche a coloro che certificano ex post di avere i requisiti Isee. Quindi con un Isee inferiore a 12.000 euro (o 20.000 in presenza di 4 figli) si può far valere lo sconto dall’inizio dell’anno. Se le bollette sono state già pagate, la differenza sarà compensata nelle bollette future in cui verrà effettuato automaticamente lo sconto. Se la compensazione è impossibile, l’importo spettante sarà rimborsato entro il 31 dicembre 2022. È necessario aver presentato DSU ai fini Isee 2022 per ricevere il bonus. Qui le informazioni sul bonus sociale (NB: la soglia Isee è innalzata a 12.000 euro dal Decreto Energia di maggio)

 

– Bonus 200 euro una tantum

Verrà erogato un contributo una tantum pari a 200 euro dal mese di luglio ad alcune categorie di lavoratori. In presenza di più rapporti di lavoro occorre fare attenzione perché il bonus 200 euro spetta una volta sola. Le modalità di richiesta ed erogazione variano a seconda della categoria interessata:

Lavoratori dipendenti. Il contributo verrà erogato in automatico sulla busta paga di luglio ai lavoratori che abbiano beneficiato per almeno una mensilità nel primo quadrimestre dell’anno 2022 dell’esonero contributivo previsto dalla Legge di Bilancio 2022, pari allo 0,8% sulla quota dei contributi previdenziali per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico del lavoratore

Lavoratori autonomi. Siamo in attesa di ulteriori novità e chiarimenti. Le erogazioni saranno ad esaurimento fondi. Vi aggiorneremo appena possibile

Pensionati con reddito non superiore a 35.000 euro. Il contributo viene erogato in automatico nella pensione di luglio

Percettori dell’indennità di disoccupazione Naspi. Il contributo viene erogato in automatico agli aventi diritto

Lavoratori che percepiscono l’indennità di disoccupazione agricola del 2021. Il contributo viene erogato in automatico agli aventi diritto

Beneficiari di Reddito di Cittadinanza. verrà erogato direttamente sull’importo del Rdc a coloro che ne hanno diritto. L’indennità non è corrisposta se nel nucleo è presente un altro percettore di bonus 200 euro

Altri lavoratori. Dovranno fare domanda per richiedere il bonus e non lo riceveranno in automatico:

  •  Lavoratori domestici che abbiano in essere uno o più rapporti di lavoro al 18 maggio 2022. La domanda va presentata c/o istituti di Patronato; 
  • Titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa i cui contratti sono attivi al 18 maggio 2022, nonché iscritti alla Gestione Separata, il cui reddito derivante dai suddetti rapporti non sia superiore a 35.000 euro per l’anno 2021;
  • Lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali, dello spettacolo e dello sportlavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti che nel 2021 abbiano svolto la prestazione per almeno 50 giornate percependo un reddito, derivante dai suddetti rapporti, non superiore a 35.000 euro;
  • Iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo che nel 2021 abbiano almeno 50 contributi giornalieri versati con un reddito derivante dai suddetti rapporti non superiore a 35.000 euro;
  • Lavoratori autonomi privi di partita iva iscritti alla Gestione separata dell’Inps al 18 maggio 2022 e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, che, nel 2021, sono stati titolari di contratti autonomi occasionali con accredito di almeno un contributo mensile;
  • Incaricati alle vendite a domicilio con reddito derivante dalle medesime attività, nell’anno 2021, superiore a 5.000 euro titolari di partita IVA attiva e iscritti alla Gestione separata alla data di entrata in vigore del Decreto Aiuti.

– Disposizioni per il sostegno alle famiglie per la fruizione del trasporto pubblico

Viene istituito un fondo finalizzato a riconoscere un buono da utilizzare per l’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico. Il valore del buono non può superare l’importo di 60 euro ed è riconosciuto alle persone che nel 2021 hanno un reddito non superiore a 35 mila euro. Verranno chiarite le modalità di richiesta ed erogazione.

 

DOTE SCUOLA REGIONE LOMBARDIA 2022/2023 – Materiale didattico

Voucher da 200 a 500 euro per libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica; per studenti entro il 21° anno, residenti in Lombardia, iscritti e frequentanti scuole secondarie di I e II grado, statali o paritarie, ed istituzioni formative accreditate, con sede in Lombardia o nelle Regioni confinanti se rientra quotidianamente presso la residenza, con ISEE non superiore a 15.748,78.

La domanda può essere presentata solo online sulla piattaforma regionale Bandi Online, Domande aperte dalle ore 12.00 del 7 giugno 2022 alle ore 12.00 12 luglio sulla piattaforma regionale Bandi online disponibile al link QUI

 

ASSEGNO UNICO – diritto agli arretrati

Ricordiamo che chi presenta domanda di assegno unico e universale entro il 30 giugno 2022 avrà diritto agli arretrati a partire dal mese di marzo. Per le domande presentate successivamente, si riceveranno le mensilità spettanti senza aver diritto agli arretrati. Ci avete segnalato alcuni ritardi nell’erogazione degli assegni. Ciò anche a causa dei controlli effettuati da Inps, ad esempio sul permesso di soggiorno.

Bonus trasporti 
 
A partire dal 1°settembre 2022 dalle ore 8 è possibile presentare domanda per il bonus trasporti. Si tratta di un contributo che può essere chiesto da chi ha conseguito un reddito nel 2021 non superiore a 35 mila euro. Il valore del buono non può superare 60 euro e verrà determinato dall’importo dell’abbonamento annuale o mensile che si acquista. Il buono è valido per l’acquisto di abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale o per i servizi di trasporto ferroviario nazionale. Va utilizzato entro il mese di emissione. La domanda si presenta sul sito:https://www.bonustrasporti.lavoro.gov.it/
 
Bonus 200 euro 
 
Il bonus 200 euro è stato esteso ad ulteriori categorie di lavoratori autonomi e professionisti prima non comprese. Resta la soglia massima di reddito annuo 2021 di 35 mila euro. La richiesta andrà presentata alla cassa previdenziale. Si attendono ulteriori chiarimenti in merito alle modalità e tempistiche. Vi aggiorneremo in merito successivamente. Ricordiamo che per i lavoratori domestici c’è tempo per presentare domanda fino al 30 settembre. Lavoratori cococo, incaricati di vendite a domicilio, autonomi occasionali, dello spettacolo, stagionali a tempo determinato e intermittenti (compresi nei punti 1-5, sezione 2 circolare Inps): c’è tempo fino al 31 ottobre.  
 
Bonus psicologo 
 
Le richieste per il contributo destinato alle spese per le sessioni di psicoterapia possono essere inoltrate fino al 24 ottobre 2022. La domanda si presenta alla sezione “Contributo sessioni psicoterapia” del sito Inps o tramite contact center.  
 
Bonus Luce e Gas
è confermato anche per il quarto trimestre lo sconto sulle bollette luce e gas. Fino al 31 dicembre 2022 il bonus sociale si applica automaticamente con uno sconto in bolletta ai cittadini con Isee massimo 12 mila euro (20 mila se 4 o più figli) e ai percettori di Rdc/pdc. Seguiranno aggiornamenti in materia.
 
Assegno Unico e Universale per stranieri extra UE 
 
Segnaliamo novità relative alla tipologia di permesso di soggiorno ammessi. In seguito al messaggio Inps n. 2951 del 25 luglio 2022 possono ora presentare domanda di AUU anche i titolari dei seguenti permessi: 
 
– lavoro subordinato di durata almeno semestrale 
 
– lavoro stagionale di durata almeno semestrale 
 
– assistenza minori (art.31 c. 3 TU) 
 
– protezione speciale 
 
– casi speciali 
 
Al momento sembrano rimanere esclusi: i titolari di permesso di attesa occupazione, per residenza elettiva, per cure mediche. Sottolineiamo anche che secondo il messaggio deve essere “ritenuta valida la richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno” ai fini della gestione delle istanze di riesame presentate in seguito a una domanda respinta per la scadenza del titolo. Presumibilmente la richiesta di rinnovo potrebbe essere valida anche in sede di prima domanda. 
Assegno Unico e Universale (AUU)- Circolare n° 132 del 15-12-2022  e Legge di Bilancio 2023
 
Ricordiamo che la prima annualità terminerà a fine febbraio. Alcune informazioni utili:
Dal marzo l’Assegno continuerà ad essere erogato in automatico a quanti ne hanno beneficiato ed hanno la domanda in stato “accolta”. Resta la necessità di aggiornare l’Isee a partire da gennaio per fruire dell’importo spettante, altrimenti si riceverà l’importo minimo fino al nuovo Isee (con eventuale conguaglio delle mensilità arretrate se l’Isee è presentato entro il 30 giugno 2023).
Per chi ha lo stato “In istruttoria”, “In evidenza alla sede”, “In evidenza al cittadino”, “Sospeso” i tempi potrebbero allungarsi: l’eventuale erogazione spetterà dopo specifici controlli;
Vanno comunicate entro il 28 febbraio 2023 le eventuali variazioni delle informazioni che erano state precedentemente inserite nella domanda qualora ci siano stati cambiamenti rispetto alla situazione precedente (ad esempio: nascita di figli, variazione della condizione di disabilità di un figlio, separazione o divorzio, variazione dei criteri di ripartizione dell’assegno tra genitori, variazione della dichiarazione relativa alla frequenza scolastica o al percorso formativo del figlio maggiorenne, variazioni delle modalità di accredito Iban, compimento della maggiore età dei figli). 
Dovranno presentare la domanda coloro che non hanno mai fruito dell’Assegno unico e quanti avevano prima del 28 febbraio 2023 trasmesso una domanda che non è stata accolta o che non è più attiva (domanda in stato “Respinta”, “Decaduta”, “Rinunciata” o “Revocata”) 
Inoltre la nuova Legge di Bilancio 2023 stabilisce alcune maggiorazioni, in particolare per minori di età inferiore a un anno e per nuclei con minori di 3 anni e Isee massimo di 40 mila euro, per le famiglie con 4 o più figli. Confermate e rese permanenti le maggiorazioni dell’assegno unico per i disabili
Per tutti: è importante prendere appuntamento presso caf e patronati per aggiornare DSU. Se ci sono i requisiti, dopo Isee ordinario, è bene presentare Isee Corrente c/o lo stesso ente fiscale (es: riduzione o perdita del lavoro, riduzione significativa del reddito, di trattamenti assistenziali rispetto a Isee ordinario. Si veda il volantino sul sito Prendersi Cura). Si ricorda che anche chi ha presentato domanda di Isee corrente nel 2022 deve procedere nuovamente nel 2023 con una nuova DSU (e richiedere successivamente Isee Corrente dopo Isee ordinario, se ci sono i requisiti).
 
Reddito di Cittadinanza
Stiamo attendendo chiarimenti riguardo alle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2023, in particolare sulla riduzione a 7 mensilità per chi viene considerato “occupabile” (non sono occupabili nuclei con persone con disabilità, con minori a carico, con over 60). Sono previste novità anche in tema di inserimento, politiche attive, ampiamento dei progetti utili alla collettività. Si prevede anche: che il maggior reddito da lavoro percepito per contratti stagionali o intermittenti, fino a 3.000 euro lordi, non concorra alla determinazione del beneficio; che la componente riconosciuta ai nuclei familiari in affitto sia erogata direttamente al locatore dell’immobile (a differenza di quanto avvenuto fin ora). 
È possibile che in futuro le persone “occupabili” ricevano una chiamata/proposta relativa ad un patto di inclusione sociale o lavorativo. È bene rispondere ad eventuali comunicazioni da parte di Inps, centri per l’impiego, servizi sociali. Ricordiamo che la decadenza dal beneficio ora avviene nel caso in cui 1 dei componenti il nucleo familiare non accetti la prima offerta di lavoro. È inoltre previsto un periodo di almeno 6 mesi di partecipazione a un corso di formazione o riqualificazione professionale dalla Legge di Bilancio. 
 
Altre novità Legge di Bilancio 2023
Agenzia delle Entrate-Definizione Agevolata: è possibile per il contribuente estinguere i debiti iscritti a ruolo senza corrispondere le somme affidate all’Agente della riscossione a titolo di interessi e sanzioni, interessi di mora nè il cd. aggio.  Sono da considerare nell’importo dovuto le somme a titolo di capitale e le spese per le procedure esecutive e i diritti di notifica. Per le sanzioni amministrative, comprese quelle per violazioni del Codice della strada (tranne le sanzioni irrogate per violazioni tributarie o per violazione degli obblighi relativi ai contributi e ai premi dovuti agli enti previdenziali), la “Definizione” si applica agli interessi e alle somme maturate a titolo di aggio. Per aderire alla Definizione agevolata, entro il 30 aprile 2023, bisogna presentare una dichiarazione di adesione telematica. È possibile pagare gli importi: in unica soluzione, entro il 31 luglio 2023; oppure in un numero massimo di 18 rate, di cui le prime 2 con scadenza il 31 luglio e il 30 novembre 2023.
Agenzia delle Entrate-Stralcio debiti fino a 1000 euro: previsto l’annullamento automatico, alla data del 31 marzo 2023, dei debiti affidati all’Agente della riscossione dalle amministrazioni statali, dalle agenzie fiscali e dagli enti pubblici previdenziali, dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015, di importo residuo fino a 1000 euro. Per gli enti creditori diversi dalle amministrazioni statali, dalle agenzie fiscali e dagli enti pubblici previdenziali: lo “Stralcio” riguarda esclusivamente le sanzioni e gli interessi, compresi gli interessi di mora. Per le sanzioni per violazioni del Codice della strada e le altre sanzioni amministrative, lo “Stralcio” si applica limitatamente agli interessi. 
 
Bonus Sociale elettrico e Gas: Per il 2023 viene elevata a 15.000 euro la soglia ISEE di accesso al bonus sociale per i clienti domestici di energia elettrica e gas in condizioni di disagio economico. Lo sconto in bolletta avviene in automatico, fermo restando la necessità di presentare Isee 2023.
 
Proroga Ape Sociale: la Legge di Bilancio 2023 ha prorogato l’Ape Sociale per le seguenti categorie: lavoratori che svolgono mansioni gravose; invalidi civili con il riconoscimento di una percentuale di inabilità lavorativa almeno del 74%; disoccupati che abbiano cessato la percezione della NASpI; caregiver. È un’indennità che permette di ritirarsi dal lavoro e che “accompagna” i richiedenti fino all’età della pensione di vecchiaia. Può essere richiesta da tutte le categorie dei lavoratori con un’età minima di 63 anni e determinati requisiti contributivi e soggettivi. Per fare la domanda di APE Sociale è necessario verificare preventivamente il diritto: chi ritiene di perfezionare i requisiti per l’indennità entro il 31 dicembre 2023, deve presentare domanda di certificazione del diritto entro il 31 marzo 2023 o il 15 luglio 2023.
 
Bonus Psicologo: il contributo per le spese sostenute per sessioni di psicoterapia è previsto anche per il 2023, per un limite massimo previsto di 1500 euro a persona. Attendiamo ulteriori chiarimenti
 
Ulteriori Informazioni:
Esenzione Ticket sanitario E02 per la specialistica per disoccupati: in seguito all’Ordinanza del Tribunale Ordinario di Milano datata 12.1.2023, l’esenzione nazionale dal ticket sanitario E02 per la specialistica ambulatoriale può essere rilasciata a tutti i residenti disoccupati che ne facciano richiesta e che rientrino nelle condizioni di reddito, indipendentemente dall’esistenza o meno di un pregresso rapporto di lavoro (Disoccupati che hanno reso la Dichiarazione di Immediata Disponibilità, indipendentemente dalla esistenza o meno di un pregresso rapporto di lavoro, e loro familiari a carico appartenenti a nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 € incrementato a 11.362,05 € in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 € per ogni figlio a carico, per il periodo di durata di tale condizione);
 
Dote Sport Regione Lombardia: è aperta la possibilità di presentare domanda per la Dote Sport fino al 22 marzo 2023. È un contributo pari a 100 euro per minori dai 6 ai 17 anni con genitore residente continuativamente da minimo 5 anni in Regione e Isee pari a 20 mila euro (30 mila se minore con disabilità); Info QUI
 
Bonus Vista: Potrà essere richiesto una sola volta per ciascun membro del nucleo familiare con Isee non superiore a 10 mila euro che a partire dal 1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2023 avrà acquistato o acquisterà occhiali da vista o lenti a contatto. Il buono ha un valore di 50 euro e viene erogato ad esaurimento risorse. Si potrà presentare domanda su una piattaforma web gestita dal ministero della salute.
 
Scadenza sostegno abitativo coniugi separati e divorziati: è possibile presentare domanda ancora fino al 15 marzo 2023 per il contributo per il sostegno abitativo riservato a coniugi separati e divorziati nei due anni precedenti la domanda con Isee massimo 30 mila euro residenti da minimo 5 anni in Regione. 

Novità Assegno unico e universale e cittadini Ucraini (AUU)

Informiamo che a seguito alla circolare Inps n°41 del 7/4/2023 anche i titolari di protezione temporanea (cittadini Ucraini in fuga dalla guerra) possono ora presentare domanda di AUU per ogni figlio. Con la medesima circolare vengono anche chiariti gli importi per i nuclei con figli entro il primo anno di vita e per nuclei numerosi. Si stabilizzano gli incrementi per nuclei con figli disabili. Maggiori info alla circolare QUI.

 

Assegni al Nucleo Familiare lavoratori extra – UE

Un nuovo messaggio Inps precisa che le eventuali richieste di riesame per includere retroattivamente familiari residenti all’estero che non erano presenti nella domanda già accolta saranno ora considerate come nuove domande di ANF. Invece, come già comunicato, è possibile fare richiesta di riesame per le domande di ANF respinte in cui in fase di domanda erano indicati familiari residenti all’estero. Va considerata la prescrizione quinquennale degli assegni: per le nuove domande è possibile la richiesta fino ai 4 anni precedenti (dato che la prestazione ANF è stata soppressa da marzo 2022).

 

Bonus asilo nido Inps:

Per le domande presentate nel 2022 e riferite alle mensilità gennaio-dicembre 2022 il termine per la presentazione delle ricevute dei pagamenti delle rette viene prorogato al 30 giugno 2023.

 

Bonus Trasporti

È ora possibile presentare domanda per il Bonus Trasporti pari a 60 euro per acquistare un abbonamento mensile, plurimensile e annuale per l’utilizzo di mezzi di trasporto pubblici. Domanda QUI

 

Case Aler e cittadini over 70

Riparte la misura premiale che azzera il canone a favore degli inquilini over 70 anni assegnatari di alloggi Aler in regola con i pagamenti di canone e spese di locazione. Beneficiari: assegnatari, da almeno 10 anni, di un alloggio Aler. Gli interessati riceveranno apposita comunicazione da Aler.

 

Esenzione E02 cambia nome

In una Circolare Regione Lombardia precisa che a partire dal 21 aprile l’esenzione regionale per l’assistenza farmaceutica E02 cambierà codifica diventando E02F.

Gli assistiti che avranno già autocertificato l’esenzione E02 entro il 31 marzo 2024 avranno automaticamente attribuita anche l’esenzione E02F.

QUI le informazioni sulle esenzioni del Ticket sanitario

Dote Scuola Regione Lombardia – Materiale didattico 

È ancora aperto fino al 15 giugno 2023 l’avviso per presentare domanda di Dote Scuola – Materiale didattico. Il contributo, per sostenere spese relative a libri di testo o dotazione tecnologica, è rivolto a famiglie con figli studenti in scuole secondarie di primo e secondo grado fino ai 21 anni e con Isee massimo di 15.748,78. 

La domanda va presentata esclusivamente online. A domanda inoltrata correttamente viene assegnato un numero/data di protocollo.  Maggiori informazioni e link per inviare la domanda QUI 

 

Fondo acquisto beni alimentari – Carta Rispamio

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto 8 aprile 2023. Prevede un fondo pari a 500 milioni di euro per l’anno 2023, destinato all’acquisito di beni alimentari di prima necessità. Il decreto indica che ne potranno usufruire: nuclei in cui tutti componenti siano residenti ed iscritti all’anagrafe della popolazione residente, con Isee non superiore a 15.000 €, i cui componenti non siano percettori di Rdc, né Naspi, Dis-Coll, cassa integrazione guadagni o altro tipo di integrazione salariale e contro la disoccupazione erogata dallo Stato. Tra i cittadini aventi diritto, verrà data priorità ai nuclei con minori a carico ed Isee più basso.

Non sarà necessario presentare domanda: i beneficiari saranno individuati in automatico sulla base delle informazioni di cui dispongono Inps e i comuni. A partire dal mese di luglio si potrà disporre di una carta Postepay da ritirare presso le Poste (secondo le indicazioni dei Comuni) del valore di circa 390 euro a nucleo familiare. Se non viene effettuato il primo pagamento entro il 15 settembre 2023 si decadrà dal beneficio.

Vi comunicheremo per tempo ulteriori informazioni al riguardo.

 

Bonus Vista 2023

È disponibile la piattaforma per richiedere il contributo “Bonus Vista 2023”.  Può essere richiesto 1 volta per ciascun membro del nucleo con Isee non superiore a 10 mila € che a partire dal 1/1/2021 e fino al 31 dicembre 2023 avrà acquistato occhiali da vista o lenti a contatto. Il buono ha un valore di 50 € e viene erogato ad esaurimento risorse. La domanda sul portale bonusvista.it

Carta Solidale risparmio spesa – Acquisto beni alimentari di prima necessità: informazioni utili
Ricordiamo che la carta sarà erogata in automatico dal mese di luglio agli aventi diritto che riceveranno comunicazione dal proprio Comune, con l’invito a presentarsi agli uffici Postali per la consegna della stessa. È possibile ricevere una sola carta, del valore di 382,50 euro, per nucleo familiare. La carta può essere utilizzata solamente per l’acquisto di beni alimentari c/o gli esercenti che aderiranno. In breve i requisiti:
Tutti i componenti devono avere iscrizione anagrafica;
Isee non maggiore di 15 mila euro;
Non essere beneficiari di: Rdc, Rei, Naspi, Dis-Coll, indennità di mobilità, Cassa Integrazione Guadagni, qualsiasi forma di integrazione salariale/di sostegno alla disoccupazione involontaria.
Ogni Comune ha una quota massima di carte erogabili che verranno assegnate secondo i seguenti criteri, indicati in ordine di priorità decrescente:

nuclei, composti da non meno di 3 componenti, di cui almeno uno nato entro il 31/12/ 2009, priorità ai nuclei con indicatore ISEE più basso;
nuclei, composti da non meno di 3 componenti, di cui almeno uno nato entro il 31/12/ 2005, priorità ai nuclei con indicatore ISEE più basso;
nuclei composti da non meno di 3 componenti, priorità ai nuclei con indicatore ISEE più basso.

Nuova soglia reddituale per gratuito patrocinio

Con il decreto del Ministero della Giustizia del 10 maggio 2023 pubblicato in Gazzetta ufficiale, tenendo conto dell’inflazione dell’ultimo biennio, viene estesa la soglia reddituale di accesso al gratuito patrocinio a spese dello Stato, pari ora a €. 12.838,01. Ricordiamo che per essere ammessi al gratuito patrocinio il richiedente deve avere residenza anagrafica e se straniero deve essere regolarmente soggiornante.

Nuovi livelli reddituali Assegno al Nucleo Familiare
Con circolare INPS n. 55 del 9 giugno sono stati determinati i livelli di reddito familiare ai fini della corresponsione, con decorrenza dal 1^ luglio 2023, dell’assegno per il nucleo familiare con persone diverse da quello con figli e orfani, quindi per nuclei composti dai coniugi, dai fratelli, dalle sorelle e dai nipoti.

SMS INPS di sospensione RDC; prosieguo assegno unico

Ricordiamo che nel mese di luglio e di agosto alcuni nuclei (che non hanno al loro interno minori, persone con disabilità o over 60 anni e che non sono stati presi in carico dai servizi sociali) dopo aver ricevuto 7 mesi di RDC nel 2023 sono stati sospesi dalla misura ed hanno ricevuto un SMS da Inps. Nei prossimi mesi tali sospensioni continueranno, tramite SMS, per quanti nel frattempo avranno esaurito i 7 mesi di Rdc e non saranno presi in carico dai servizi.

I nuclei familiari sospesi dal RDC che hanno figli nella fascia di età 18-21 anni (in formazione, tirocinio o che svolgono servizio civile, o sono registrati come disoccupati al centro per l’impiego) hanno comunque diritto all’Assegno Unico e Universale.  La quota di AUU spettante verrà corrisposta ancora sulla carta RDC (nonostante la sospensione del reddito di cittadinanza).

In generale per chi è sospeso dal RDC e ha Isee minore di 6 mila euro è possibile richiedere dal 1° settembre il Supporto per la Formazione e il Lavoro nelle modalità specificate sotto.

 

Supporto per la Formazione e il Lavoro dal 1° settembre

Ricordiamo che dal 1° settembre è istituito il SFL, definito come misura di attivazione al lavoro, mediante la partecipazione a progetti di formazione, di qualificazione e di qualificazione professionale, di orientamento, di accompagnamento al lavoro e di politiche attive del lavoro.

È rivolto alle persone di età compresa tra i 18 e i 59 anni, con Isee massimo 6 mila euro annui che non hanno i requisiti per accedere all’Assegno di Inclusione (ADI). Il SFL è incompatibile con il RDC.

Per accedere va inoltrata richiesta telematica: l’interessato sottoscrive, mediante piattaforma del Sistema informativo per l’inclusione sociale lavorativa (SIISL), un patto di attivazione digitale dichiarando di presentarsi alla successiva convocazione del servizio per il lavoro per la stipula del patto di servizio personalizzato. La convocazione può essere comunicata tramite la piattaforma del SIISL ovvero SMS o email.

Sul portale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è disponibile una nuova pagina informativa sui nuovi strumenti che sostituiscono il RDC:

QUI le info sull’Assegno di Inclusione che sarà riconosciuto dal 1° gennaio 2024

QUI le info sul Supporto per la formazione e il lavoro

 

La domanda può essere presentata, dal 1° settembre 2023, direttamente dal sito INPS o ai patronati. Dal 1° gennaio 2024 ai Caf.

Vi aggiorneremo nel caso di ulteriori novità ed indicazioni operative.

 

Primo pagamento card alimentare entro il 15 settembre

Ricordiamo che chi ha ricevuto il contributo di 382,50 euro della Carta “dedicata a te” per l’acquisto di beni alimentari deve effettuare il primo pagamento entro il 15 settembre 2023. La mancata effettuazione del pagamento entro il 15 settembre comporta la non fruibilità della carta e la decadenza del beneficio. Il contributo è destinato all’acquisto di beni alimentari di prima necessità (con esclusione di alcool) e può essere speso presso gli esercizi commerciali aderenti alla convenzione. Info alla pagina di Poste Italiane.

 

Riapertura bonus assistenti familiari Regione Lombardia

Come già avvenuto per altre prestazioni sociali, il Tribunale di Milano ha dichiarato discriminatorio il requisito di 5 anni di residenza nella Regione richiesto per l’accesso al Bonus assistenti familiari previsto per le famiglie con presenza di persone fragili che necessitano di supporto e hanno Isee massimo 35 mila euro. A seguito della decisione Regione Lombardia ha modificato il requisito di residenza e riaperto la possibilità di presentare domanda. Ulteriori Informazioni QUI

 

Assegno di Inclusione e termine del Reddito di Cittadinanza
 
L’ADI è la nuova misura di contrasto alla povertà destinata ai nuclei familiari con almeno:
Un componente minorenne
Una persona con disabilità
Un over 60
Una persona definita “in condizione di svantaggio inserita in programmi di cura e assistenza dei servizi sociosanitari territoriali certificati dalla pubblica amministrazione”
È una misura “condizionata”: si accede in presenza dei requisiti di residenza, cittadinanza, soggiorno; dei requisiti economici/ patrimoniali e previa adesione ad un percorso di inclusione sociale o lavorativo.
Ricordiamo che è importante verificare di possedere i requisiti di accesso, che vanno mantenuti in corso di erogazione. Le variazioni (del nucleo familiare, dei redditi percepiti se superiori a 3.000 euro/anno lordi) vanno comunicate, pena la sospensione ed eventuali sanzioni.
 
L’erogazione del RDC termina quindi il 31 dicembre 2023. NB: le somme non spese di RDC potranno essere utilizzate anche successivamente, entro il termine di scadenza della Carta.
 
Domanda:
La domanda ADI si presenta online al sito Inps tramite Spid o Carta d’identità elettronica. Ai fini del riconoscimento del beneficio economico, il richiedente, dopo aver presentato la relativa domanda, deve effettuare l’iscrizione presso il nuovo sistema SIISL (Sistema informativo per l’inclusione sociale e lavorativa), al fine di sottoscrivere il PAD del nucleo familiare. Il contributo beneficio decorrerà dal mese successivo alla sottoscrizione del PAD.
Novità: L’erogazione può anche avvenire suddividendo l’importo spettante tra i componenti maggiorenni del nucleo, se l’importo spettante nella prima mensilità è superiore a 200 euro.
 
La domanda si può presentare anche c/o patronati abilitati, nei Caf dal 1° gennaio 2024. Data la complessità procedurale del nuovo strumento, è consigliabile rivolgersi a un servizio di fiducia.
 
Per le domande presentate da oggi al febbraio 2024, in assenza di un ISEE in corso di validità, la verifica dei requisiti ai fini dell’erogazione di gennaio-febbraio 2024 si baserà sull’ISEE vigente al 31 dicembre 2023, fermo restando la verifica del mantenimento dei requisiti sulla base di un ISEE 2024 i per l’erogazione nei mesi successivi.
 
È possibile presentare Isee Corrente, successivamente all’ Isee ordinario se la situazione reddituale e patrimoniale è peggiorata rispetto a quanto rilevabile in Isee.
 
Per tutti:
a partire da gennaio 2024 va presentato nuovo Isee ordinario per accedere alle prestazioni socio-assistenziali. È bene prendere appuntamento appena possibile con il Caf di fiducia a questo fine. È possibile presentare successivamente Isee Corrente in caso di consistente riduzione reddituale/patrimoniale.
 
Energia – Fine del mercato tutelato
Come saprete è stato stabilito il termine del mercato tutelato. In particolare in data 1° luglio 2024 la fine del mercato tutelato dell’energia, che interessa solo i contratti della luce; mentre la fine delle tutele per il gas è fissata al 1° gennaio 2024.
 
Sarà quindi necessario aiutare i nostri assistiti a scegliere con attenzione fornitore e tipo di contratto tra le tantissime offerte sul libero mercato. Sul sito Prendersi Cura sarà presto disponibile una pratica Guida di Adiconsum che può aiutare ad orientarsi a fronte di tale novità. In particolare la Guida illustra chi e come può accedere al Servizio di Tutela della Vulnerabilità riservato agli utenti che:
 
– si trovano in condizioni economicamente svantaggiate (ad esempio percettori di bonus)
 
– sono soggetti con disabilità ai sensi dell’articolo 3 legge 104/92
 
– hanno un’utenza in una struttura abitativa di emergenza a seguito di eventi calamitosi
 
– hanno un’età superiore ai 75 anni