ASSUNZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA (Messa della Vigilia)

Grado della Celebrazione: SOLENNITÀ
Colore liturgico: Bianco

Clicca qui per il foglietto della domenica in PDF

MARIA, RISPLENDENTE DI LUCE, TRIONFA CON CRISTO IN ETERNO
Oggi la liturgia, celebrando l’assunzione della Vergine Maria, cioè la sua piena partecipazione al mistero pasquale di Gesù, ci promette che anche noi potremo cantare il nostro Magnificat davanti al volto di Dio. Anche noi potremo confessare nella fede: «Grandi cose ha fatto per me l’Ohnipotente e Santo è il suo nome». E un canto simile a quello che si ode in cielo quando, secondo l’Apocalisse, il drago viene vinto: «Ora si è compiuta la salvezza, la forza e il regno del nostro Dio e la potenza del suo Cristo».
In cielo il Signore ha già vinto il male, mentre noi sulla terra, come la donna - immagine non solo di Maria, ma di tutta la Chiesa e dell'umanità nel suo insieme - dobbiamo ancora combattere nel deserto. Possiamo farlo, però, con fiducia, sapendo che la Pasqua di Gesù, la sua morte e la sua risurrezione, hanno già sconfitto il male. Egli, infatti, annuncia Paolo ai Corinzi, è «primizia di coloro che sono morti» e noi risorgeremo in lui e con lui. Accogliendo Maria, Elisabetta riconosce in lei la beatitudine della fede. Confidiamo nella sua intercessione, affinché impariamo a credere nella promessa di vita e di risurrezione che Dio ci fa nel suo Figlio.
    fr. Luca Fallica , Comunità Ss. Trinità di Dumenza
 


GIOVANE DONNA

1.Giovane donna, attesa dell'umanità:
un desiderio d'amore e pura libertà.
Il Dio lontano è qui vicino a te,
voce e silenzio, annuncio di novità.

Rit.Ave, Maria. Ave, Maria.

2.Dio t'ha prescelta qual madre piena di bellezza
e il suo amore t'avvolgerà con la sua ombra.
Grembo per Dio venuto sulla terra,
tu sarai madre di un uomo nuovo.

3.Ecco l'ancella che vive della tua parola,
libero il cuore perché l'amore trovi casa.
Ora l'attesa è densa di preghiera
e l'uomo nuovo è qui, in mezzo a noi.


Antifona d'ingresso

Grandi cose di te si cantano, o Maria:
oggi sei stata assunta sopra i cori degli angeli
e trionfi con Cristo in eterno.


Celebrante - Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Assemblea - Amen.


Atto penitenziale

C - Colei che ha dato un corpo al Figlio di Dio è ora unita a lui nella gloria della risurrezione. Per sua intercessione invochiamo la divina misericordia per tutte le umane fragilità.

Breve pausa di silenzio.

C - Signore Gesù, che hai unito Maria alla tua gloriosa passione, abbi pietà di noi.
A - Signore, pietà.
C - Cristo Gesù, che hai affidato a Maria la comunità dei tuoi discepoli, abbi pietà di noi.
A - Cristo, pietà.
C - Signore Gesù, che hai reso Maria partecipe della tua gloriosa risurrezione, abbi pietà di noi.
A - Signore, pietà.

C - Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna.
A - Amen.


Gloria

GLORIA A DIO NELL’ALTO DEI CIELI
e pace in terra agli uomini di buona volontà
.
Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo,
ti glorifichiamo, ti rendiamo grazie
per la tua gloria immensa,
Signore Dio, Re del cielo,
Dio Padre onnipotente
.
Signore, Figlio unigenito, Gesù Cristo,
Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre,
tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi;
tu che togli i peccati del mondo,
accogli la nostra supplica
;
tu che siedi alla destra del Padre, abbi pietà di noi.
Perché tu solo il santo, tu solo il Signore,
tu solo l’Altissimo, Gesù Cristo,
con lo Spirito Santo
nella gloria di Dio Padre. Amen.


Colletta

C - Dio onnipotente ed eterno,
che hai innalzato alla gloria del cielo in corpo e anima
l’immacolata Vergine Maria, madre di Cristo tuo Figlio,
fa’ che viviamo in questo mondo
costantemente rivolti ai beni eterni,
per condividere la sua stessa gloria.
Per il nostro Signore Gesù Cristo,
tuo figlio, che è Dio,
e vive e regna con te,
nell'unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

A - Amen.


Prima lettura

Ap 11,19; 12,1-6.10 - Una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi.

Dal libro dell’Apocalisse di san Giovanni apostolo

Si aprì il tempio di Dio che è nel cielo e apparve nel tempio l’arca della sua alleanza.
Un segno grandioso apparve nel cielo: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e, sul capo, una corona di dodici stelle. Era incinta, e gridava per le doglie e il travaglio del parto.
Allora apparve un altro segno nel cielo: un enorme drago rosso, con sette teste e dieci corna e sulle teste sette diademi; la sua coda trascinava un terzo delle stelle del cielo e le precipitava sulla terra.
Il drago si pose davanti alla donna, che stava per partorire, in modo da divorare il bambino appena lo avesse partorito.
Essa partorì un figlio maschio, destinato a governare tutte le nazioni con scettro di ferro, e suo figlio fu rapito verso Dio e verso il suo trono. La donna invece fuggì nel deserto, dove Dio le aveva preparato un rifugio.
Allora udii una voce potente nel cielo che diceva:
«Ora si è compiuta
la salvezza, la forza e il regno del nostro Dio
e la potenza del suo Cristo».

Parola di Dio
A - Rendiamo grazie a Dio.


Salmo responsoriale

Salmo 44 (45)

R. Risplende la regina, Signore, alla tua destra.

Figlie di re fra le tue predilette;
alla tua destra sta la regina, in ori di Ofir. R.

Ascolta, figlia, guarda, porgi l’orecchio:
dimentica il tuo popolo e la casa di tuo padre. R.

Il re è invaghito della tua bellezza.
È lui il tuo signore: rendigli omaggio. R.

Dietro a lei le vergini, sue compagne,
condotte in gioia ed esultanza,
sono presentate nel palazzo del re. R.


Seconda lettura

1Cor 15,20-26 - Cristo risorto è la primizia; poi, alla sua venuta, quelli che sono di Cristo.

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi

Fratelli, Cristo è risorto dai morti, primizia di coloro che sono morti. Perché, se per mezzo di un uomo venne la morte, per mezzo di un uomo verrà anche la risurrezione dei morti. Come infatti in Adamo tutti muoiono, così in Cristo tutti riceveranno la vita.
Ognuno però al suo posto: prima Cristo, che è la primizia; poi, alla sua venuta, quelli che sono di Cristo. Poi sarà la fine, quando egli consegnerà il regno a Dio Padre, dopo avere ridotto al nulla ogni Principato e ogni Potenza e Forza.
È necessario infatti che egli regni finché non abbia posto tutti i nemici sotto i suoi piedi. L’ultimo nemico a essere annientato sarà la morte, perché ogni cosa ha posto sotto i suoi piedi.

Parola di Dio
A - Rendiamo grazie a Dio.


ALLELUIA - CANTATE AL SIGNORE (LOURDES)

Rit.Alleluia, Alleluia!
Alleluia, Alleluia!

7.Chi osserva la sua parola
rimane nel suo amore:
in questo ci è data la gioia.


Vangelo

Lc 1,39-56 - Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente: ha innalzato gli umili.

+ Dal Vangelo secondo Luca

Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo.
Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto».
Allora Maria disse:
«L’anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente
e Santo è il suo nome;
di generazione in generazione la sua misericordia
per quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio,
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni,
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati,
ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo,
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva detto ai nostri padri,
per Abramo e la sua discendenza, per sempre».
Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua.

Parola del Signore.
A -  Lode a te o Cristo.


Professione di fede


CREDO in un solo Dio, Padre onnipotente,
creatore del cielo e della terra,
di tutte le cose visibili e invisibili.
Credo in un solo Signore, Gesù Cristo,
unigenito Figlio di Dio,
nato dal Padre prima di tutti i secoli.
Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero;
generato, non creato, della stessa sostanza del Padre;
per mezzo di lui tutte le cose sono state create.
Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo,
(a queste parole tutti si inchinano) e per opera dello Spirito Santo
si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo
.
Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato,
morì e fu sepolto.
Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture;
è salito al cielo, siede alla destra del Padre.
E di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti,
e il suo regno non avrà fine.
Credo nello Spirito Santo,
che è Signore e dà la vita,
e procede dal Padre e dal Figlio
e con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato
e ha parlato per mezzo dei profeti.
Credo la Chiesa, una, santa, cattolica e apostolica.
Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati.
Aspetto la risurrezione dei morti
e la vita del mondo che verrà.
Amen.


Preghiera dei fedeli

C - Fratelli e sorelle, contemplando la gloria del Risorto, che si riflette su Maria assunta in cielo, rivolgiamo con fiducia a Dio la nostra umile preghiera.

Lettore - Preghiamo insieme e diciamo:

R. Per intercessione di Maria ascoltaci, Signore!

1. Per la Chiesa, che in Maria assunta in cielo vede compiuta la promessa della vita eterna: ascoltando la parola di Dio, testimoni al mondo la certezza della risurrezione della carne, preghiamo:

2. Per i governanti: affrontino con audacia evangelica le sfide sociali e economiche generate dalla pandemia, mettendo al centro le giuste attese delle famiglie e dei lavoratori, preghiamo:

3. Per tutte le famiglie: siano accoglienti con la vita umana, dal suo concepimento alla sua conclusione, sapendola destinata alla gloria della vita eterna, preghiamo:

4. Per i poveri, i deboli, gli emarginati, i carcerati: sollevando lo sguardo al cielo possano riconoscere in Maria assunta, la Madre che si fa vicina a tutti i suoi figli, preghiamo:

5. Per coloro che stanno vivendo un periodo di ferie: nella distensione e nella pace riscoprano la gioia della comunione con Dio e non smarriscano la strada che conduce alla patria celeste, preghiamo:

Intenzioni della comunità locale.

C - Accogli, o Padre, la preghiera del tuo popolo fedele. Fa’ che, contemplando il mistero di Maria, unita alla gloria di Cristo in corpo e anima, sappiamo riconoscere in ogni uomo, tempio dello Spirito Santo, il riflesso della tua gloria. Per Cristo nostro Signore.
A - Amen.


SERVO PER AMORE

2.Avanzavi nel silenzio
fra le lacrime e speravi
che il seme sparso davanti a te
cadesse sulla buona terra.
Ora il cuore tuo è in festa
perché il grano biondeggia ormai
è maturato sotto il sole
puoi riporlo nei granai.

Rit.Offri la vita tua Offri la vita tua
come Maria offri
ai piedi della croce ai piedi della croce
e sarai servo
servo di ogni uomo, tu sarai, tu sarai
servo per amore, servo per amore
sacerdote sacerdote
dell'umanità. dell'umanità

Liturgia eucaristica

C - Pregate, fratelli, perché il mio e vostro sacrificio sia gradito a Dio, Padre onnipotente.
A - Il Signore riceva dalle tue mani questo sacrificio
a lode e gloria del suo nome,
per il bene nostro e di tutta la sua santa Chiesa.

Ci si alza in piedi

Preghiera sulle offerte

C - Salga a te, Signore,
il sacrificio che la Chiesa ti offre
nella festa di Maria Vergine assunta in cielo,
e per sua intercessione i nostri cuori,
ardenti del tuo amore,
aspirino continuamente a te.
Per Cristo nostro Signore.
A - Amen.


C - Il Signore sia con voi.
A - E con il tuo spirito.
C - In alto i nostri cuori.
A - Sono rivolti al Signore.
C - Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio.
A - É cosa buona e giusta.

PREFAZIO ASSUNZIONE DELLA BEATE VERGINE MARIA
Maria icona della Chiesa pellegrinante

È veramente cosa buona e giusta,
nostro dovere e fonte di salvezza,
rendere grazie sempre e in ogni luogo
a te, Signore, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno.

Oggi la Vergine Maria, madre di Cristo,
tuo Figlio e nostro Signore,
è stata assunta nella gloria del cielo.
In lei, primizia e immagine della Chiesa,
hai rivelato il compimento del mistero di salvezza
e hai fatto risplendere per il tuo popolo, pellegrino sulla terra,
un segno di consolazione e di sicura speranza.
Tu non hai voluto che conoscesse la corruzione del sepolcro
colei che ha generato il Signore della vita.

E noi, uniti agli angeli e ai santi,
cantiamo con gioia l'inno della tua lode:

Santo, Santo, Santo,
il Signore Dio dell'universo.
I cieli e la terra
sono pieni della tua gloria.
Osanna nell'alto dei cieli.
Benedetto colui che viene
nel nome del Signore.
Osanna nell'alto dei cieli.


Antifona di comunione

Tutte le generazioni mi chiameranno beata,
perché grandi cose
ha fatto in me l’Onnipotente. (Lc 1,48-49)


MAGNIFICAT (DIO HA FATTO IN ME COSE GRANDI)

1.Dio ha fatto in me cose grandi,
lui che guarda l'umile servo
e disperde i superbi nell'orgoglio del cuore.

Rit.L'anima mia esulta
in Dio mio salvatore,
l'anima mia esulta
in Dio mio salvatore,
la sua salvezza canterò.

(L'anima mia, l'anima mia)
(esulta in Dio)
(l'anima mia, l'anima mia)
(esulta in Dio)
2.Lui, onnipotente e santo,
lui abbatte i grandi dai troni
e solleva dal fango il suo umile servo.

3.Lui, misericordia infinita,
lui che rende povero il ricco
e ricolma di beni chi si affida al suo amore.

4.Lui, amore sempre fedele,
lui guida il suo servo Israele
e ricorda il suo patto stabilito per sempre.

PANE DEL CIELO

Rit.Pane del cielo
sei tu, Gesù,
via d'amore:
tu ci fai come te.
(la prima e l'ultima volta il ritornello si ripete)

1.No, non è rimasta fredda la terra:
tu sei rimasto con noi
per nutrirci di te,
pane di vita;
ed infiammare col tuo amore
tutta l'umanità.

2.Sì, il cielo è qui su questa terra:
tu sei rimasto con noi,
ma ci porti con te
nella tua casa
dove vivremo insieme a te
tutta l'eternità.

3.No, la morte non può farci paura:
tu sei rimasto con noi.
E chi vive di te
vive per sempre.
Sei Dio con noi, sei Dio per noi,
Dio in mezzo a noi.

CANTO A MARIA

1.Maria,
tu che hai atteso nel silenzio
la sua Parola per noi...

Rit.Aiutaci ad accogliere
il Figlio tuo che ora vive in noi.

2.Maria,
tu che sei stata così docile
davanti al tuo Signor...

3.Maria,
tu che hai portato dolcemente
l'immenso dono d'amor...

4.Maria,
tu che umilmente hai sofferto
del suo ingiusto dolor...

5.Maria,
tu che ora vivi nella gloria
insieme al tuo Signor...

MADRE IO VORREI

1.Io vorrei tanto parlare con te,
di quel Figlio che amavi:
io vorrei tanto ascoltare da te
quello che pensavi quando hai udito
che tu non saresti più stata tua,
e questo Figlio che non aspettavi
non era per te.

Rit.Ave Maria, ave Maria,
ave Maria, ave Maria.

2.Io vorrei tanto sapere da te
se quand'era bambino
tu gli hai spiegato che cosa sarebbe
successo di lui e quante volte
anche tu di nascosto piangevi, Madre,
quando sentivi che presto l'avrebbero
ucciso, per noi.

3.Io ti ringrazio per questo silenzio
che resta tra noi,
io benedico il coraggio di vivere
sola, con lui. Ora capisco
che fin da quei giorni pensavi a noi;
per ogni figlio dell'uomo che muore
ti prego così.

Preghiera dopo la comunione

C - O Dio, che in questo sacrificio eucaristico
ci hai resi partecipi della tua salvezza,
fa’ che per l’intercessione della Vergine Maria
assunta in cielo
giungiamo alla gloria della risurrezione.
Per Cristo nostro Signore.
A - Amen.


DELL'AURORA TU SORGI PIÙ BELLA

1.Dell'aurora tu sorgi più bella,
coi tuoi raggi a far lieta la terra,
e fra gli astri che il cielo rinserra
non v'è stella più bella di te.

Rit.Bella tu sei qual sole,
bianca più della luna,
e le stelle più belle,
non son belle al par di te. (2 volte)

2.T'incoronano dodici stelle,
al tuo piè piegan l'ali del vento
della luna s'incurva l'argento
il tuo manto ha il colore del ciel.

3.Come giglio tu sei immacolata,
come rosa tu brilli tra i fiori,
tu degli angeli il cuore innamori,
della terra sei vanto e decor.

4.Col tuo corpo in cielo assunta
t'invochiamo devoti e festanti,
la regina degli angeli e santi,
la gran Madre di Cristo Gesù.

5.Delle perle tu passi l'incanto,
la bellezza tu vinci dei fiori,
tu dell'iride eclissi i bagliori,
il tuo viso rapisce il Signor.

6.Gli occhi tuoi son più belli del mare,
la tua fronte ha il colore del giglio,
le tue gote, baciate dal Figlio,
son due rose, e le labbra son fior.

AVE MARIA (VERBUM PANIS)

Rit.Ave Maria, Ave. Ave Maria, Ave.

1.Donna dell'attesa e madre di speranza. Ora pro nobis.
Donna del sorriso e madre del silenzio. Ora pro nobis.

Donna di frontiera e madre dell'ardore. Ora pro nobis.
Donna del riposo e madre del sentiero. Ora pro nobis.

2.Donna del deserto e madre del respiro. Ora pro nobis.
Donna della sera e madre del ricordo. Ora pro nobis.

Donna del presente e madre del ritorno. Ora pro nobis.
Donna della terra e madre dell'amore. Ora pro nobis.

SALVE REGINA (GEN VERDE)

Salve Regina, madre di misericordia,
vita, dolcezza, speranza nostra,
salve! Salve Regina! (2 volte)

A te ricorriamo, esuli figli di Eva.
A te sospiriamo, piangenti,
in questa valle di lacrime.

Avvocata nostra, volgi a noi gli occhi tuoi,
mostraci dopo questo esilio il frutto
del tuo seno, Gesù.

Salve Regina, madre di misericordia,
o clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.
Salve Regina!

Salve Regina, salve, salve!