FS W -- ++ RICARICA Nascondi



III DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

Grado della Celebrazione: DOMENICA
Colore liturgico: Verde

Clicca qui per il foglietto in PDF

NON C’È TEMPO. NON INDUGIAMO NEL SEGUIRE IL SIGNORE
Il credente non si appiattisce sul presente, né si culla nel disimpegno; dà il giusto posto ai beni caduchi e spera oltre l’orizzonte terreno. Egli pensa, parla, agisce “come se…”, secondo l’esortazione di san Paolo (II Lettura). La sua fede, radicata nel Cristo risorto, è fonte di gioia e di vita buona. Questa è la bella notizia che scaturisce dalla predicazione di Gesù (Vangelo). In lui si compie il tempo della misericordia, Dio si fa vicino e chiama ciascuno a riordinare la propria vita secondo la sua parola.
Il fatto che quattro semplici pescatori si trasformino senz’indugio in discepoli, lasciando attività e affetti, ci può dire tanto sull’incontro con il Maestro: una voce suadente e ferma, che chiama; un volto rassicurante, che ispira fiducia; un compito per il futuro, spiegato nella lingua del loro mestiere e che sazierà di consolazione il domani, giacché chi “pesca” un uomo lo salva. Per i discepoli del Signore tutto sta in quel “subito”, che è parola sempre decisiva per seguire Gesù ed estenderne il Regno. Infatti la misericordia divina urge ed è per tutti, come ben suggerisce l’appello del profeta Giona agli abitanti della città pagana di Ninive (I Lettura).     don Giuliano Saredi , ssp
 


VOCAZIONE

1.Era un giorno come tanti altri,
e quel giorno lui passò.
Era un uomo come tutti gli altri,
e passando mi chiamò.
Come lo sapesse che il mio nome
era proprio quello
come mai volesse proprio me
nella sua vita, non lo so.
Era un giorno come tanti altri
e quel giorno mi chiamò.

Rit.Tu, Dio, che conosci il nome mio
fa' che ascoltando la tua voce
io ricordi dove porta la mia strada
nella vita, all'incontro con te.

2.Era un'alba triste e senza vita,
e qualcuno mi chiamò.
Era un uomo come tanti altri,
ma la voce, quella no.
Quante volte un uomo
con il nome giusto mi ha chiamata,
una volta sola l'ho sentito
pronunciare con amore.
Era un uomo come nessun altro
e quel giorno mi chiamò.

FAMMI CONOSCERE

Rit.Fammi conoscere la tua volontà
parla, ti ascolto Signore!
La mia felicità è fare il tuo volere:
porterò con me la tua parola.

1.Lampada ai miei passi è la tua parola
luce sul mio cammino.
Ogni giorno la mia volontà
trova una guida in te.

2.Porterò con me i tuoi insegnamenti:
danno al mio cuore gioia!
La tua parola è fonte di luce:
dona saggezza ai semplici.

3.La mia bocca impari la tua lode
sempre ti renda grazie.
Ogni momento canti il tuo amore,
la mia speranza è in te.

VERREMO A TE (SYMBOLUM 1981)

1.Incontro a te, incontro alla parola,
veniamo qui e grande è la tua casa,
tu mi hai chiamato qui,
tu mi aspettavi qui da sempre,
e sono qui,
e siamo qui attratti da un amore,
fedele come solo tu, Signore Dio.

Rit.Verremo a te,
sorgente della vita
d'ogni uomo, d'ogni giorno,
ogni cosa Padre l'hai voluta tu.
Verremo a te,
Signore della gioia,
dell'amore che si dona,
di ogni cuore che l'amore attirerà.

2.Incontro a te, un Dio che si fa dono,
incontro a te e già sei più vicino,
e luce sei per noi
nei giorni della nostra vita,
tu cerchi noi,
tu proprio noi, per ricondurre a te
tutto l'amore pronunciato, Verbo di Dio.

3.Crediamo in te, crediamo alla parola,
al Figlio tuo Gesù nostro Signore,
uomo tra gli uomini,
Dio salvatore della vita,
morto per noi,
per noi risorto, per ricondurre a te
tutto l'amore pronunciato, Verbo di Dio.

TE LODIAMO TRINITÀ

1.Te lodiamo, Trinità,
nostro Dio t'adoriamo.
Padre dell'umanità
la tua gloria proclamiamo.

Rit.Te lodiamo, Trinità,
per l'immensa tua bontà.

2.Tutto il mondo annuncia te,
tu l'hai fatto come un segno.
Ogni uomo porta in sé
il sigillo del tuo regno.

3.Noi crediamo solo in te,
nostro Padre e Creatore.
Noi speriamo solo in te,
Gesù Cristo, Salvatore.

4.Infinità carità,
Santo Spirito d'amore,
luce, pace e verità,
regna sempre nel mio cuore.

5.Nato, morto sei per noi,
Cristo, nostro Salvatore.
Ora vivi in mezzo ai tuoi:
noi chiamiamo te, Signore.

6.Te lodiamo, gran Signor,
nostro Dio, t'adoriamo,
del creato reggitor,
il tuo nome proclamiamo.

7.Santo, santo, sei, Signor,
a te gloria, lode e onor.
Santo, santo, sei, Signor,
a te gloria, lode e onor.

8.Divin Figlio, nostro Re,
la tua vita ci donasti.
Battezzati siamo in te:
nel tuo sangue ci salvasti.

9.Santo Spirito d'amor,
inviatoci dal Figlio,
tu sii nostro difensor,
tu ci assisti col consiglio.

10.Uno e trino Dio Signor,
adorabile, immortale,
a te volgi il nostro cuor,
e preservaci dal male.

11.In te, Dio, noi speriam:
fa' che, uniti ai santi cori,
contemplarti un dì possiam
negli eterni tuoi splendori.


Antifona d'ingresso

Cantate al Signore un canto nuovo,
cantate al Signore, uomini di tutta la terra.
Maestà e onore sono davanti a lui,
forza e splendore nel suo santuario. (Sal 95,1.6)


Celebrante - Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Assemblea - Amen.


Atto penitenziale

C - Umili e pentiti come il pubblicano al tempio, accostiamoci al Dio giusto e santo, perché abbia misericordia di noi peccatori.

Breve pausa di silenzio.

Tutti - Confesso a Dio onnipotente
e a voi, fratelli e sorelle,
che ho molto peccato
in pensieri, parole, opere e omissioni,

(ci si batte il petto)
per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa.
E supplico la beata sempre vergine Maria
gli angeli, i santi e voi, fratelli e sorelle,
di pregare per me il Signore Dio nostro.

C - Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna.
A - Amen.

C - Kýrie, eléison.
A - Kýrie, eléison.
C - Christe, eléison.
A - Christe, eléison.
C - Kýrie, eléison.
A - Kýrie, eléison.


Gloria

GLORIA A DIO NELL’ALTO DEI CIELI
e pace in terra agli uomini, amati dal Signore
.
Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo,
ti glorifichiamo, ti rendiamo grazie
per la tua gloria immensa,
Signore Dio, Re del cielo,
Dio Padre onnipotente
.
Signore, Figlio unigenito, Gesù Cristo,
Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre,
tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi;
tu che togli i peccati del mondo,
accogli la nostra supplica
;
tu che siedi alla destra del Padre, abbi pietà di noi.
Perché tu solo il santo, tu solo il Signore,
tu solo l’Altissimo, Gesù Cristo,
con lo Spirito Santo
nella gloria di Dio Padre. Amen.


Colletta

C - Dio onnipotente ed eterno,
guida le nostre azioni secondo la tua volontà,
perché nel nome del tuo diletto Figlio
portiamo frutti generosi di opere buone.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.

Oppure:
O Padre, che nel tuo Figlio venuto in mezzo a noi
hai dato compimento alle promesse dell'antica alleanza,
donaci la grazia di una continua conversione,
per accogliere, in un mondo che passa,
il Vangelo della vita che non tramonta.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell'unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.
A - Amen.


Prima lettura

Gio 3,1-5.10 - I Niniviti si convertirono dalla loro condotta malvagia.

Dal libro del profeta Giona

Fu rivolta a Giona questa parola del Signore: «Àlzati, va’ a Nìnive, la grande città, e annuncia loro quanto ti dico». Giona si alzò e andò a Nìnive secondo la parola del Signore.
Nìnive era una città molto grande, larga tre giornate di cammino. Giona cominciò a percorrere la città per un giorno di cammino e predicava: «Ancora quaranta giorni e Nìnive sarà distrutta».
I cittadini di Nìnive credettero a Dio e bandirono un digiuno, vestirono il sacco, grandi e piccoli.
Dio vide le loro opere, che cioè si erano convertiti dalla loro condotta malvagia, e Dio si ravvide riguardo al male che aveva minacciato di fare loro e non lo fece.

Parola di Dio
A - Rendiamo grazie a Dio.


Salmo responsoriale

Sal 24

R. Fammi conoscere, Signore, le tue vie.

Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri.
Guidami nella tua fedeltà e istruiscimi,
perché sei tu il Dio della mia salvezza. R.

Ricòrdati, Signore, della tua misericordia
e del tuo amore, che è da sempre.
Ricòrdati di me nella tua misericordia,
per la tua bontà, Signore. R.

Buono e retto è il Signore,
indica ai peccatori la via giusta;
guida i poveri secondo giustizia,
insegna ai poveri la sua via. R.


Seconda lettura

1Cor 7,29-31 - Passa la figura di questo mondo.

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi

Questo vi dico, fratelli: il tempo si è fatto breve; d’ora innanzi, quelli che hanno moglie, vivano come se non l’avessero; quelli che piangono, come se non piangessero; quelli che gioiscono, come se non gioissero; quelli che comprano, come se non possedessero; quelli che usano i beni del mondo, come se non li usassero pienamente: passa infatti la figura di questo mondo!

Parola di Dio
A - Rendiamo grazie a Dio.


Canto al Vangelo (Mc 1, 15)

Alleluia, alleluia.

Il regno di Dio è vicino;
convertitevi e credete nel Vangelo.

Alleluia.

ALLELUIA - E POI

1.Chiama, ed io verrò da te:
Figlio, nel silenzio, mi accoglierai.
Voce e poi... la libertà,
nella tua parola camminerò.

Rit.Alleluia, alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia!
Alleluia, alleluia, alleluia,
alleluia, alleluia!

2.Danza, ed io verrò da te:
Figlio, la tua strada comprenderò.
Luce e poi, nel tempo tuo
- oltre il desiderio - riposerò.

ALLELUIA - TAIZÉ

Rit.Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia, alleluia.
Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia, alleluia.

Cercate prima il regno di Dio
e la sua giustizia;
e tutto il resto vi sarà dato in più,
alleluia, alleluia.


Vangelo

Mc 1,14-20 - Convertitevi e credete al Vangelo.

+ Dal Vangelo secondo Marco

Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».
Passando lungo il mare di Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. Gesù disse loro: «Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini». E subito lasciarono le reti e lo seguirono.
Andando un poco oltre, vide Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, mentre anch’essi nella barca riparavano le reti. E subito li chiamò. Ed essi lasciarono il loro padre Zebedèo nella barca con i garzoni e andarono dietro a lui.

Parola del Signore.
A -  Lode a te o Cristo.


Professione di fede


CREDO in un solo Dio, Padre onnipotente,
creatore del cielo e della terra,
di tutte le cose visibili e invisibili.
Credo in un solo Signore, Gesù Cristo,
unigenito Figlio di Dio,
nato dal Padre prima di tutti i secoli.
Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero;
generato, non creato, della stessa sostanza del Padre;
per mezzo di lui tutte le cose sono state create.
Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo,
(a queste parole tutti si inchinano) e per opera dello Spirito Santo
si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo
.
Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato,
morì e fu sepolto.
Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture;
è salito al cielo, siede alla destra del Padre.
E di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti,
e il suo regno non avrà fine.
Credo nello Spirito Santo,
che è Signore e dà la vita,
e procede dal Padre e dal Figlio
e con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato
e ha parlato per mezzo dei profeti.
Credo la Chiesa, una, santa, cattolica e apostolica.
Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati.
Aspetto la risurrezione dei morti
e la vita del mondo che verrà.
Amen.


Preghiera dei fedeli

C - Fratelli e sorelle, nella Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani uniamo le nostre voci e i nostri cuori all’invocazione corale di tutti i credenti in Cristo, perché lo Spirito Santo si degni di portare a compimento l’anelito di Gesù: «che tutti siano perfetti nell’unità». Rinnoviamo ora la nostra volontà di conoscere, amare e seguire il Signore più da vicino.

Lettore - Preghiamo insieme:

R. Rinnovaci, o Padre, nel tuo santo Spirito.

1. Per la Chiesa, una, santa, cattolica e apostolica, perché nella contemplazione del Mistero trinitario, principio e modello della sua unità, trovi la luce e la forza per manifestarsi al mondo come casa e scuola di comunione, preghiamo:

2. Per i responsabili delle nazioni, perché garantiscano a tutti i cittadini il diritto e l’esercizio della libertà religiosa, quale valido contributo al bene comune e a una vita sociale secondo giustizia e umanità, preghiamo:

3. Per tutti coloro che operano nel campo dell’ecumenismo, perché si affidino ai suggerimenti dello Spirito nella promozione dell’unità, attraverso la conversione dei cuori, la preghiera, la comprensione fraterna e il dialogo teologico, preghiamo:

4. Per la nostra comunità, perché l’Eucaristia che celebriamo ci conservi nell’amore del Signore e nell’unione fraterna, per vivere con frutto la Parola ascoltata e il Sacramento ricevuto, preghiamo:

Intenzioni della comunità locale.

C - O Padre, che vuoi l’unione tra tutti i tuoi figli, manda il tuo Spirito perché coloro che sono stati consacrati da uno stesso Battesimo siano riuniti nella pienezza della fede e formino un cuore solo e un’anima sola. Per Cristo nostro Signore.
A - Amen.


SERVO PER AMORE

1.Una notte di sudore
sulla barca in mezzo al mare
e mentre il cielo s'imbianca già
tu guardi le tue reti vuote.
Ma la voce che ti chiama
un altro mare ti mostrerà
e sulle rive di ogni cuore
le tue reti getterai.

Rit.Offri la vita tua Offri la vita tua
come Maria offri
ai piedi della croce ai piedi della croce
e sarai servo
servo di ogni uomo, tu sarai, tu sarai
servo per amore, servo per amore
sacerdote sacerdote
dell'umanità. dell'umanità

2.Avanzavi nel silenzio
fra le lacrime e speravi
che il seme sparso davanti a te
cadesse sulla buona terra.
Ora il cuore tuo è in festa
perché il grano biondeggia ormai
è maturato sotto il sole
puoi riporlo nei granai.

SE M'ACCOGLI

1.Tra le mani non ho niente,
spero che mi accoglierai:
chiedo solo di restare accanto a te.
Sono ricco solamente dell'amore che mi dai:
è per quelli che non l'hanno avuto mai.

Rit.Se m'accogli, mio Signore,
altro non ti chiederò:
e per sempre la tua strada
la mia strada resterà!
Nella gioia, nel dolore,
fino a quando tu vorrai,
con la mano nella tua camminerò.

2.Io ti prego con il cuore,
so che tu mi ascolterai:
rendi forte la mia fede più che mai.
Tieni accesa la mia luce fino al giorno che tu sai:
con i miei fratelli incontro a te verrò.

TI DONO LA MIA VITA

Rit.Ti dono la mia vita:
accoglila, Signore.
Ti seguirò con gioia:
per mano mi guiderai.
Al mondo voglio dare
l'amore tuo, Signore,
cantando senza fine
la tua fedeltà.

1.Loda il Signore, anima mia:
loderò il Signore per tutta la mia vita.

2.Giusto è il Signore in tutte le sue vie:
buono è il Signore che illumina i miei passi.

3.Fammi conoscere la tua strada, Signore:
a te s'innalza la mia preghiera.

4.Annuncerò le tue opere, Signore:
Signore, il tuo amore in eterno!

SEGNI DEL TUO AMORE

1.Mille e mille grani nelle spighe d'oro
mandano fragranza e danno gioia al cuore.
Quando macinati fanno un pane solo
pane quotidiano dono tuo Signore.

Rit.Ecco il pane e il vino segni del tuo amore
ecco questa offerta accoglila Signore
tu di mille e mille cuori fai un cuore solo
un corpo solo in te
e il Figlio tuo verrà
vivrà ancora in mezzo a noi.

2.Mille grappoli maturi sotto il sole
festa della terra donano vigore.
Quando da ogni perla stilla il vino nuovo
vino della gioia dono tuo Signore.

Liturgia eucaristica

C - Pregate, fratelli, perché il mio e vostro sacrificio sia gradito a Dio, Padre onnipotente.
A - Il Signore riceva dalle tue mani questo sacrificio
a lode e gloria del suo nome,
per il bene nostro e di tutta la sua santa Chiesa.

Ci si alza in piedi

Preghiera sulle offerte

C - Accogli i nostri doni, Padre misericordioso,
e consacrali con la potenza del tuo Spirito,
perché diventino per noi sacramento di salvezza.
Per Cristo nostro Signore.
A - Amen.


C - Il Signore sia con voi.
A - E con il tuo spirito.
C - In alto i nostri cuori.
A - Sono rivolti al Signore.
C - Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio.
A - É cosa buona e giusta.

PREFAZIO ORDINARIO IV
La storia della salvezza.

È veramente cosa buona e giusta,
proclamare le tue grandi opere
e renderti grazie a nome di tutti gli uomini,
Dio onnipotente ed eterno,
per Cristo nostro Signore.

Egli, nascendo da Maria Vergine,
ha inaugurato i tempi nuovi;
soffrendo la passione,
ha distrutto i nostri peccati;
risorgendo dai morti,
ci ha aperto il passaggio alla vita eterna;
salendo a te, Padre,
ci ha preparato un posto nel tuo regno.

Per questo mistero di salvezza,
uniti agli angeli e ai santi,
cantiamo senza fine
l'inno della tua lode:

Santo, Santo, Santo,
il Signore Dio dell'universo.
I cieli e la terra
sono pieni della tua gloria.
Osanna nell'alto dei cieli.
Benedetto colui che viene
nel nome del Signore.
Osanna nell'alto dei cieli.


Padre nostro

Padre nostro, che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non abbandonarci alla tentazione,
ma liberaci dal male.



Antifona di comunione

Guardate al Signore e sarete raggianti,
non dovranno arrossire i vostri volti. (Sal 33,6)

Oppure:
"Io sono la luce del mondo", dice il Signore;
"chi segue me, non camminerà nelle tenebre,
ma avrà la luce della vita". (Gv 8,12)

Oppure:
Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino;
convertitevi e credete nel Vangelo. (Mc 1,15)


SULLA TUA PAROLA

1.Signore ho pescato tutto il giorno,
le reti son rimaste sempre vuote;
si è fatto tardi, a casa ora ritorno:
Signore, son deluso, me ne vado.
La vita con me è sempre stata dura,
e niente mai mi dà soddisfazione;
la strada in cui mi guidi è insicura:
son stanco ed ora non aspetto più.

Rit1.Pietro, vai, fidati di me:
getta ancora in acqua le tue reti.
Prendi ancora il largo sulla mia parola:
con la mia potenza io ti farò
pescatore di uomini.

2.Maestro, dimmi cosa devo fare;
insegnami, Signore, dove andare.
Gesù, dammi la forza di partire,
la forza di lasciare le mie cose.
Questa famiglia che mi son creato,
le barche che a fatica ho conquistato
la casa, la mia terra, la mia gente,
Signore, dammi tu una fede forte.

Rit2.Pietro, vai, fidati di me:
la mia Chiesa su di te io fonderò.
Manderò lo Spirito, ti darà coraggio:
donerà la forza dell'amore
per il regno di Dio. Rit1.

E SONO SOLO UN UOMO (SYMBOLUM 1978)

1.Io lo so Signore che vengo da lontano
prima nel pensiero e poi nella tua mano.
Io mi rendo conto che tu sei la mia vita
e non mi sembra vero di pregarti così.
"Padre d'ogni uomo" - e non ti ho visto mai -
"Spirito di vita" - e nacqui da una donna -
"Figlio mio fratello" - e sono solo un uomo -
eppure io capisco che tu sei verità.

E imparerò a guardare tutto il mondo
con gli occhi trasparenti di un bambino
e insegnerò a chiamarti "Padre nostro"
ad ogni figlio che diventa uomo. (2 volte)

2.Io lo so Signore che tu mi sei vicino
luce alla mia mente, guida al mio cammino,
mano che sorregge, sguardo che perdona,
e non mi sembra vero che tu esista così.
Dove nasce amore tu sei la sorgente;
dove c'è una croce tu sei la speranza;
dove il tempo ha fine tu sei vita eterna;
e so che posso sempre contare su di te.

E accoglierò la vita come un dono
e avrò il coraggio di morire anch'io
e incontro a te verrò col mio fratello
che non si sente amato da nessuno. (2 volte)

INCONTRO TE (OD 1995-96)

1.A volte, sai, la vita
appare libera e forte
ma dentro il cuor si fa strada tanti dì
fragile la nostra povertà.

Guardo smarrito la terra
ed ogni zolla del mondo
leggo la storia dell'uomo che cerca
ma spesso perde la realtà.

Rit.E incontro te, Signore, scegli proprio noi
e ci accogli, tua eredità
nel grembo della libertà.
E incontro te, Maestro, offri proprio a noi
un progetto, fare il regno tuo,
vivendo in semplicità.

2.Apro lo sguardo e le mani
per condividere il dono
ed il tuo cielo che splende porta già
in terra gioia e santità.

Io so che il seme nel campo
sembra morire da solo
ma poi il miracolo svela che è grande
la vita spesa nel tuo amor.

TU SEI LA MIA VITA (SYMBOLUM 1977)

1.Tu sei la mia vita, altro io non ho.
Tu sei la mia strada, la mia verità.
Nella tua parola io camminerò
finché avrò respiro, fino a quando tu vorrai.
Non avrò paura, sai, se tu sei con me:
io ti prego, resta con me.

2.Credo in te, Signore, nato da Maria:
Figlio eterno e santo, uomo come noi.
Morto per amore, vivo in mezzo a noi:
una cosa sola con il Padre e con i tuoi,
fino a quando - io lo so - tu ritornerai
per aprirci il regno di Dio.

3.Tu sei la mia forza: altro io non ho.
Tu sei la mia pace, la mia libertà.
Niente nella vita ci separerà:
so che la tua mano forte non mi lascerà.
So che da ogni male tu mi libererai
e nel tuo perdono vivrò.

4.Padre della vita, noi crediamo in te.
Figlio Salvatore, noi speriamo in te.
Spirito d'amore, vieni in mezzo a noi:
tu da mille strade ci raduni in unità
e per mille strade, poi, dove tu vorrai,
noi saremo il seme di Dio.

IL PANE DEL CAMMINO

Rit.Il tuo popolo in cammino
cerca in te la guida,
sulla strada verso il regno
sei sostegno col tuo corpo,
resta sempre con noi, o Signore.

1.È il tuo pane, Gesù, che ci dà forza,
e rende più sicuro il nostro passo.
Se il vigore nel cammino si svilisce,
la tua mano dona lieta la speranza.

2.È il tuo vino, Gesù, che ci disseta,
e sveglia in noi l'ardore di seguirti.
Se la gioia cede il passo alla stanchezza,
la tua voce fa rinascere freschezza.

3.È il tuo corpo, Gesù, che ci fa Chiesa,
fratelli sulle strade della vita.
Se il rancore toglie luce all'amicizia,
dal tuo cuore nasce giovane il perdono.

4.È il tuo sangue, Gesù, il segno eterno,
dell'unico linguaggio dell'amore.
Se il donarsi come te richiede fede,
nel tuo Spirito sfidiamo l'incertezza.

5.È il tuo dono, Gesù, la vera fonte,
del gesto coraggioso di chi annuncia.
Se la Chiesa non è aperta ad ogni uomo,
il tuo fuoco le rivela la missione.

QUANTA SETE NEL MIO CUORE

1.Quanta sete nel mio cuore:
solo in Dio si spegnerà.
Quanta attesa di salvezza:
solo in Dio si sazierà.
L'acqua viva che egli dà
sempre fresca sgorgherà.
Il Signore è la mia vita,
il Signore è la mia gioia.

2.Se la strada si fa oscura,
spero in lui: mi guiderà.
Se l'angoscia mi tormenta,
spero in lui: mi salverà.
Non si scorda mai di me,
presto a me riapparirà.
Il Signore è la mia vita,
il Signore è la mia gioia.

3.Nel mattino io ti invoco:
tu, mio Dio, risponderai.
Nella sera rendo grazie:
tu, mio Dio, ascolterai.
Al tuo monte salirò
e vicino ti vedrò.
Il Signore è la mia vita,
il Signore è la mia gioia.

AMARE QUESTA VITA (SYMBOLUM 1987)

1.Erano uomini senza paura
di solcare il mare pensando alla riva;
barche sotto il cielo tra montagne e silenzio
davano le reti al mare, vita dalle mani di Dio.

Venne nell'ora più lenta del giorno,
quando le reti si sdraiano a riva.
L'aria senza vento si riempì di una voce...
mani cariche di sale, sale nelle mani di Dio.

Lo seguimmo fidandoci degli occhi,
gli credemmo amando le parole:
fu il sole caldo a riva
o fu il vento sulla vela
o il gusto e la fatica di rischiare
e accettare quella sfida?

2.Prima che il sole più alto vi insidi,
prima che il giorno vi lasci delusi,
riprendete il largo e gettate le reti:
barche cariche di pesci, vita dalle mani di Dio.

Lo seguimmo fidandoci degli occhi
gli credemmo amando le parole:
Lui voce e lui notizia,
lui strada e lui sua meta,
lui gioia imprevedibile e sincera
di amare questa vita!

Erano uomini senza paura
di solcare il mare pensando alla riva.
Anche quella sera, senza dire parole,
misero le barche in mare
vita dalle mani di Dio,
misero le barche in mare
vita dalle mani di Dio.

TE, AL CENTRO DEL MIO CUORE

1.Ho bisogno d'incontrarti nel mio cuore
di trovare te, di stare insieme a te:
unico riferimento del mio andare,
unica ragione tu, unico sostegno tu,
al centro del mio cuore ci sei solo tu.

2.Anche il cielo gira intorno e non ha pace,
ma c'è un punto fermo, è quella stella là.
La stella polare è fissa ed è la sola,
la stella polare tu, la stella sicura tu,
al centro del mio cuore ci sei solo tu.

Rit.Tutto ruota attorno a te, in funzione di te
e poi non importa il "come",
il "dove" e il "se".

3.Che tu splenda sempre al centro del mio cuore
il significato allora sarai tu,
quello che farò sarà soltanto amore.
Unico sostegno tu, la stella polare tu,
al centro del mio cuore ci sei solo tu.

(Ritornello, si ripete la 1ª strofa, finale a bocca chiusa)

DI TE VORREI

1.Di te vorrei non tacere mai,
di te vorrei cantare senza fine,
io di te vorrei
che ognuno s'accorgesse,
nel volto di chi crede,
nel gesto di chi ama,
negli occhi di chi spera:
io vorrei, io vorrei...

Rit.Se tu, mio Signore, vuoi, con te,
io camminerò e tu
dentro agli occhi miei sarai!
Se tu, mio Signore, vuoi, con te,
non mi stancherò, vedrai:
la tua mano amica io sarò...

2.Io so che tu non mi lasci mai,
io so che tu mi tendi la tua mano;
io lo so che tu
riempi il mio silenzio,
sorridi quando canto,
sei triste quando piango,
mi ascolti quando prego:
io lo so, io lo so... Rit.

Fin.Se tu vorrai, non ti lascerò mai.

COME TU MI VUOI

1.Eccomi Signor, vengo a te mio re,
che si compia in me la tua volontà.
Eccomi Signor, vengo a te mio Dio,
plasma il cuore mio, e di te vivrò.
Se tu lo vuoi, Signore manda me,
e il tuo nome annuncerò.

Rit.Come tu mi vuoi, io sarò,
dove tu mi vuoi, io andrò.
Questa vita io voglio donarla a te,
per dar gloria al tuo nome, mio re.

Come tu mi vuoi, io sarò,
dove tu mi vuoi, io andrò.
Se mi guida il tuo amore paura non ho,
per sempre io sarò, come tu mi vuoi.

2.Eccomi Signor, vengo a te mio re,
che si compia in me la tua volontà.
Eccomi Signor, vengo a te mio Dio,
plasma il cuore mio, e di te vivrò.
Tra le tue mani, mai più vacillerò,
e strumento tuo sarò.

Fin.Come tu mi vuoi,
come tu mi vuoi, io sarò
come tu mi vuoi, io sarò
come tu mi vuoi, io sarò
come tu mi vuoi, io sarò
come tu mi vuoi.

IL CANTO DELLA TENEREZZA

Letto: "Ecco
io sono con voi
tutti i giorni
fino alla fine
del mondo".

1.Accanto a me,
dolce Signore,
nel tempo nuovo
camminerai.

2.E dentro me
- dono di gioia -
un canto eterno
risuonerà.

3.Accanto a te,
umile Figlio,
l'amore vero
conoscerò.

4.E insieme a te,
con la mia vita,
al mio fratello
risponderò.

Preghiera dopo la comunione

C - O Dio, che in questi santi misteri
ci hai nutriti col corpo e sangue del tuo Figlio,
fa' che ci rallegriamo sempre del tuo dono,
sorgente inesauribile di vita nuova.
Per Cristo nostro Signore.
A - Amen.


VIENI E SEGUIMI

Lascia che il mondo vada per la sua strada,
lascia che l'uomo ritorni alla sua casa,
lascia che la gente accumuli la sua fortuna.
Ma tu, tu vieni e seguimi, tu vieni e seguimi.
Lascia che la barca in mare spieghi la vela,
lascia che trovi affetto chi segue il cuore,
lascia che dall'albero cadano i frutti maturi.
Ma tu, tu vieni e seguimi, tu vieni e seguimi.

E sarai luce per gli uomini
e sarai sale della terra
e nel mondo deserto aprirai
una strada nuova. (2 volte)

E per questa strada va, va,
e non voltarti indietro, va.
e non voltarti indietro.

SANTA MARIA DEL CAMMINO

1.Mentre trascorre la vita
solo tu non sei mai
Santa Maria del cammino
sempre sarà con te.

Rit.Vieni, o Madre, in mezzo a noi
vieni Maria quaggiù,
cammineremo insieme a te
verso la libertà.

2.Quando qualcuno ti dice:
«Nulla mai cambierà»,
lotta per un mondo nuovo,
lotta per la verità.

3.Lungo la strada la gente
chiusa in se stessa va;
offri per primo la mano
a chi è vicino a te.

4.Quando ti senti ormai stanco
e sembra inutile andar,
tu vai tracciando un cammino:
un altro ti seguirà.

VOGLIO IMPARAR DA TE

1.Voglio imparar da te, o Madre mia,
a vivere d'amore e di preghiera.
Voglio imparar da te, Vergin Maria,
a vivere d'unione con Gesù.

Rit.Prendimi per la mano,
o Mamma buona,
portami per la strada del Signore;
solo così sarà il mio cammino,
sicuro per la via che porta al ciel.

2.Se questa vita mia modellata
sarà sulla tua vita, Vergin bella,
non l'avrò spesa invano né sciupata,
allora che a Dio me ne andrò.

VIVERE LA VITA

1.Vivere la vita con le gioie
e coi dolori d'ogni giorno,
è quello che Dio vuole da te.
Vivere la vita e inabissarti
nell'amore è il tuo destino,
è quello che Dio vuole da te.

Fare insieme agli altri la tua strada verso lui,
correre con i fratelli tuoi...
Scoprirai allora il cielo dentro di te,
una scia di luce lascerai.

2.Vivere la vita è l'avventura
più stupenda dell'amore,
è quello che Dio vuole da te.
Vivere la vita è generare
ogni momento il paradiso,
è quello che Dio vuole da te.

Vivere perché ritorni al mondo l'unità,
perché Dio sta nei fratelli tuoi...
Scoprirai allora il cielo dentro di te,
una scia di luce lascerai.

(intermezzo musicale)

Vivere perché ritorni al mondo l'unità,
perché Dio sta nei fratelli tuoi...
Scoprirai allora il cielo dentro di te,
una scia di luce lascerai,
una scia di luce lascerai.

CAMMINERÒ

Rit.Camminerò, camminerò
sulla tua strada, Signor.
Dammi la mano, voglio restar
per sempre insieme a te.

1.Quando ero solo,
solo e stanco nel mondo,
quando non c'era l'amor,
tante persone vidi intorno a me;
sentivo cantare così.

2.Io non capivo
ma rimasi a sentire
quando il Signore mi parlò:
lui mi chiamava, chiamava anche me
e la mia risposta s'alzò.

3.Or non m'importa
se uno ride di me,
lui certamente non sa
del gran regalo che ebbi quel dì,
che dissi al Signore così.

4.A volte sono triste,
ma mi guardo intorno,
scopro il mondo e l'amor;
son questi i doni che lui fa a me,
felice ritorno a cantar.

RESTA ACCANTO A ME

Rit.Ora vado sulla mia strada
con l'amore tuo che mi guida
o Signore, ovunque io vada
resta accanto a me.
Io ti prego, stammi vicino
ogni passo del mio cammino,
ogni notte, ogni mattino,
resta accanto a me.

1.Il tuo sguardo puro sia luce per me
e la tua parola sia voce per me.
Che io trovi il senso del mio andare solo in te,
nel tuo fedele amare il mio perché.

2.Fa' che chi mi guarda non veda che te,
fa' che chi mi ascolta non senta che te
e chi pensa a me fa' che nel cuore pensi a te
e trovi quell'amore che hai dato a me.