Epifania del Signore

Comunità Pastorale di Brugherio

Madre Teresa. Vita, spiritualità e messaggio

 Mostra su Madre Teresa di Calcutta

Dal 6 al 13 maggio 2017 - Galleria ESPOSIZIONI, Palazzo Ghirlanda Silva, Via Italia 27

Un’emozionante esposizione verrà inaugurata sabato 6 maggio alle ore 16.00 , con l’intervento della giornalista Marina Ricci *, presso la Galleria esposizioni di Palazzo Ghirlanda Silva sede della Biblioteca civica. La mostra rimarrà aperta fino al 13 maggio.

Ingresso libero.  Possibili visite guidate per gruppi su prenotazione
La mostra  sarà aperta al pubblico tutte le mattine e i pomeriggi con i seguenti orari:

Sabato 6 maggio
: 15.00 - 18.00
Da domenica 7 maggio a venerdì 12 maggio: 09.30 - 12.00 15.00 - 18.30
Sabato 13 maggio: 09.30 - 12.00 15.00 - 17.00

 

Infine, il 13 maggio, giorno di chiusura della mostra e a 100 anni dalle apparizioni di Fatima, ci sarà un pellegrinaggio a piedi da Brugherio alla Madonna del Bosco (23 km) per offrire alla Madonna e a Madre Teresa tutte le nostre intenzioni.
Partenza ore 6.00 da San Bartolomeo, arrivo previsto ore 12.15, salita della scalinata a piedi, a cui si potranno aggiungere anche coloro che verranno in auto e Santa Messa alle ore 12.30.

 

 

 

Madre Teresa
Vita, spiritualità e messaggio
A cura di Mother Teresa Center

ENTI PROMOTORI: Comunità Pastorale Epifania del Signore, Associazione Meeting Rimini, Associazione Kairs 
 
“Di sangue e di origine sono albanese.
Indiana di cittadinanza. Sono una suora cattolica.
Secondo la mia vocazione, appartengo al mondo intero.
Ma il mio cuore appartiene interamente al Cuore di Gesù.”
 
La mostra su Santa Teresa di Calcutta offre un percorso attraverso la vita e la spiritualità della suora albanese nata a Skopje nel 1910 e morta a Calcutta nel 1997.
È un viaggio attraverso una vita e allo stesso tempo attraverso un mistero, quello di una donna che ha attraversato il mare e affrontato a mani nude la vastità dell’oceano di povertà che abitava le strade dell’ex-capitale delle Indie britanniche.
La mostra testimonia l’immensità dell’impresa e gli scritti di Madre Teresa, scoperti solo dopo la sua morte, e svelano il segreto della Santa dei poveri.
È la stessa Teresa a narrare nelle sue lettere l’esperienza mistica dell’ascolto della Voce di Gesù, la paura di fare ciò che le viene chiesto, di essere povera fra i più poveri per amore di un Dio Crocifisso, di portarlo là dove non va nessuno, nei tuguri abitati dalla miseria, dalla fame, dalla malattia e dalla disperazione di sentirsi abbandonati da tutti, non amati, non voluti.
Il simbolo per tutto il mondo di questa offerta totale di amore al servizio dei poveri è il sari bianco bordato di azzurro.
 
Attraverso una significativa e preziosa sequenza di  25 pannelli,  in un originale allestimento, la mostra ci presenta vari momenti della vita di Madre Teresa. I pannelli  scoprono e ricostruiscono la quotidianità di Madre Teresa, di una vita vissuta intensamente, dall’impegno continuo e nascosto nelle realtà più svantaggiate ai momenti ufficiali e conosciuti, agli incontri con Papa Giovanni Paolo II.
Per il suo lavoro Madre Teresa, nel 1979, ottiene il premio di Nobel per la Pace, e nel 1990 l’onorificenza Cittadina d’Onore della Città di Zagabria, dove è collocata anche la casa del suo Ordine delle Missionarie di Carità.

 

*MARINA RICCI   , pugliese di nascita e romana d’adozione, ha cominciato la professione giornalistica nel 1982 al settimanale “Il Sabato” ed è poi passata al mensile internazionale “Trenta Giorni”, occupandosi soprattutto della situazione della Chiesa nell’Est Europa. Nel 1992, al momento della fondazione del Tg5, ha assunto il ruolo di vaticanista: ha seguito il pontificato di Giovanni Paolo II e quello di Benedetto XVI. Nel 2002 è stata tra i 14 giornalisti che hanno scritto i testi per la Via Crucis del papa al Colosseo. Nel 2012 ha lasciato Mediaset. È sposata e ha cinque figli.